14 Lug 2020

Blog Post

Articoli Popolari

Benedizione alla corsa Memorial Orsani 

Larciano 11 aprile 2010 – P. Raffaele e Gianfranco Gelli come annunciato hanno partecipato alla corsa 1 Memorial Orsani e 1 Memorial Franco Ballerini a Larciano. Prima della Partenza P. Raffaele ha salutato i genitori (nella foto) e poi ha fatto osservare un minuto di silenzio in ricordo di Orsani e Ballerini. Commovente la scena di alcuni atleti che hanno deposto un mazzo di fiori alla tomba dell’amico prima della partenza. Poi ha pregato con la preghiera del ciclista composta dal Centro Spirituale.

Per la sintesi della corsa rimandiamo all’articolo di seguito di Antonio Mannori tratto da Ciclismoweb.net

Nessuno si immaginava un epilogo come quello successo nella prima edizione del Memorial Antony Orsani-Franco Ballerini, due personaggi del ciclismo ai quali il Gruppo Amici di Castelmartini e la Mastromarco Vincenzo Nibali hanno voluto dedicare una corsa per ricordarli. C’è stata infatti una volata che ha fatto discutere e che ha provocato la decisione del collegio di giuria con la retrocessione all’ultimo posto dello sprint da parte di coloro che invece avevano tagliato per primi il traguardo ovvero il livornese Elia Favilli ed il campione toscano Di Salvo. Così la vittoria da parte della giuria è stata assegnata al campione venezuelano Yonnata Monsalve esponente della Mastromarco Sensi Benedetti Mapooro che era giunto terzo, mentre naturalmente tutti gli altri hanno scalato di un posto. Detto che hanno preso il via alla corsa 116 elite under 23 di 18 formazione e che prima del via dato dai genitori di Antony Orsani, Lauro e Immacolata, è stata osservato un minuto di silenzio e deposto un mazzo di fiori sulla tomba del giovane atleta di Castelmartini, raccontiamo che la fuga più seria della velocissima gara ha visto per protagonisti Randazzo, Mammini e Serebryakov rimasti allo scoperto per 40 Km prima di essere ripresi. Nel finale altri tentativi di fuga, Lupori, Stefani, Anichini, ma di breve durata. Un paio di cadute ed ecco la volata di circa 70 corridori dopo un grande lavoro svolto dalla Maltinti Lampadari a favore di Di Salvo, in grandi condizioni di forma, dalla Petroli Firenze per Favilli ma anche dalla Bedogni Natalini. E lo sprint vedeva il duello proprio tra Favilli e Di Salvo, che cercava la rimonta alla sinistra, tra il livornese e le transenne. Favilli contrastava tale tentativo operato da Di Salvo, il quale giudicava scorretta questa manovra togliendo la mano dal manubrio. Morale della favola; Favilli era primo, Di Salvo lo redarguiva, poi ci pensava la giuria a toglierli entrambi dalla classifica per reciproche scorrettezze, assegnando il successo a Monsalve in questa gara che merita di essere proseguita con l’appassionato lavoro degli organizzatori. La gara si è svolta su di un circuito di 3 Km da ripetere 30 volte ed è stata seguita da tanti sportivi, mentre prima del via anche una preghiera e la benedizione da parte di Padre Raffaele Duranti del Centro Spirituale del ciclismo di Santa Lucia alla Castellina.

Tempo: 2.10.00 Km: 99.000 Media: 45,692 km/h
Iscritti: 143 Partiti: 138 Arrivati: 80 Ordine d’arrivo:
1° Monsalve Jonatan (Mastromarco)
2° Lasca Francesco (Bedogni Grassi Natalini)
3° Serebryakov Alexander (Gruppo Lupi)
4° Zanetti Andrea (Gruppo Made)
5° Viola Antonio (Petroli Firenze – Cycling Team)
6° Fruzzetti Michel (Team De Angelis)
7° Stamegna Sebastian (Fracor Modolo)
8° Fiumana Thomas (Team Hopplà)
9° Santi Vieri (Cicl. Malmantile)
10° Napoli Michele (Gruppo Lupi)