11 Lug 2020

Blog Post

Corse a Tappe

22.04.2015 – Arco di Trento – Dal Premio Coraggio e Avanti alla maglia di leader del 38° Giro del Trentino : 1° Daniel Oss – Fotoservizio di Antonio Pisoni 

                                                                   Arco, 22 Aprile 2014.

Daniel Oss, brinda sul podio di Arco (Foto Pisoni)
Daniel Oss, brinda sul podio di Arco (Foto Pisoni)

38° Giro del Trentino – 1° Tappa Cronoprologo Riva del Garda-Arco di Km. 13,4

Daniel Oss “Profeta in Patria”, vince la cronosquadre di apertura di questa 38° edizione del Giro del Trentino con i compagni di squadra Cadel Evans, Yannick Eijssen , Brent Bookwalter, Martin Kohler, Sebastian Lander, Steve Morabito e il figlio d’arte, Rick Zabel, quest’ultimo che indossa la maglia bianca di miglior giovane.

Daniel Oss con le miss (Foto Pisoni)
Daniel Oss con le miss (Foto Pisoni)

Ai piedi del podio il giovane trentino sprizza gioia da tutti i pori : Dpo l’infortunio subito a febbraio mentre ero in ritiro colleggiale con la squadra in Spagna, si era pensato al peggio con lunghi periodi per riprendermi fisicamente. Poi però, grazie al prezioso intervento di medici, osteopata e altri specialisti per la rieducazione muscolare e…delle ossa..si è appurato che le conseguenze dell’infortunio erano molto meno gravi di quesllo che si pensò in un primo momento.

Però avevo perso quasi un mese di preparazione poi però lavorando sodo si è deciso di schierarmi al via del Giro del Trentino e del prossimo Giro d’Italia.

Si, per me è stato duro guardarmi la Roubaix, il Fiandre ed altre corse dal divano del mio salotto ma ora ci sono tutte le possibilità per rimettermi in gioco del tutto partendo proprio da questa maglia color fuxia, simbolo del primato nella corsa a tappe più importante della mia Regione, il Trentino.

Quando avevamo la certezza della vittoria, ho sperato tanto in questa maglia ma non potevo sovrappormi a corridori del calibro di Cadel Evans che, sinceramente, nel finale mi ha spronato e quando ho iniziato il mio ultimo turno in testa, mi hanno lasciato ed eccomi qui con questa maglia che è merito di tutta la squadra.

Da domani sarà molto dura poterla difendere, troppi arrivi in salita, io d’altronde sono qui per dare una mano al mio capitano Cadel Evans e per fare la gamba per il prossimo Giro d’Italia.

Felice anche Fabio Baldato per la vittoria di squadra e per le maglie conquistate, oltre a quella di Oss, anche quella bianca di miglior giovane di Rick Zabel.

Sul percorso odierno c’era un pubblico delle grandi occasioni che ha applaudito i numerosi campioni in gara riservando applausi anche per i corridori della Mtn Qhubeka che hannp fatto registrare l’unico ritirato di giornata, l’eritreo Ferekalsi Abrha Debesay.

Domani seconda tappa con partenza dalla Lombardia, “Km 0” a Limone del Garda (Brescia) e arrivo a San Giacomo di Brentonico, dopo 164,5 Km., arrivo in quota ai  1196 s.l.m. Gpm di 1° categoria dopo avere scalato al km. 83 e al km 113 per due volte il GPM di 2° categoria di Vigolo Vattaro ai 737 mt s.l.m.

Servizi televisivi ogni giorno in differita dalle ore 18 alle 19 con replica l’indomani dalle ore 10 alle ore 11,00, sempre su Rai Sport 2.

                                      Vito Bernardi    -Bernardi.pedaletricolore@gmail.com

Ordine d’arrivo,

1.BMC Racing Team, (Oss, Evans, Zabel, Morabito, Bookwalter,Elijssen, Kohler e Lander) Km. 13,4 in 14’12” media kmh. 56,620;

2. Team Netapp-Endura (Camano, De La Cruz, Konig, Pimenta Costa, Benedetti, Huzarski, Machado e Thwaites) a 5”;

3.Team Sky, (Wiggins, Cataldo, Siotsou, Puccio, Deignan e Boswell) a 9”;

4.Movistar, a 12”;

5.Cannondale, a 13”;

6.Astana a 19”;

7. Rusvelo, a 21”;

8. Lampre-Merida, a 23”;

9.CCC Polsat-Polkowice, a 26”;

10. Colombia, a 27”;

11. Neri Sottoli, a 28”;

12. Mtn-Qhubeka, a 30”;

13. Ag2R-La Mondiale, a 34”;

14. Bardiani Csf, a 38”;

15. Caja Rural-Seguros Rga, a 38”;

16. Androni Giocattoli-Venezuela, a 39”.

Corridori partiti 123; Classificati, 122. Ritirati, 1.